1+2 Timoteo + Tito - PDF, EBOOK

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre viste

  • 1+2 Timoteo + Tito - PDF, EBOOK

1+2 Timoteo + Tito - PDF, EBOOK

Disponibilità: Disponibile

Nome prodotto Prezzo Qtà
1+2 Timoteo + Tito- PDF
€  5,90
1+2 Timoteo + Tito- EBOOK
€  5,90
O

Breve descrizione

Commento tratto da 2 Timoteo, capitolo 2

v. 5 Parimente se uno lotta come atleta non è coronato, se non ha lottato secondo le leggi.

v. 5 “Lotta come atleta” è una sola parola in greco e si trova nel NT solo in questo versetto (due volte). Un verbo simile è usato in 1 Ti 6:12, combattere o lottare. Alford rende l’espressione “se uno lotta nei giochi”; l’immagine sembra riferirsi ad uno che gareggiava nei giochi nazionali della Grecia. La nostra parola “atleta” è entrata nel nostro linguaggio dal termine greco utilizzato qui (athleõ). In 1 Co 9:24-27 vengono presentati concetti simili, anche se la parola greca usata è diversa.
È prevista la corona del vincitore e le uniche altre occorrenze del verbo si trovano in Eb 2:7,9. Tale corona si poteva vincere in conseguenza dello sforzo impiegato nei giochi.
Lottare “secondo le leggi” (nomimõs) è letteralmente “secondo le regole”. È un’espressione usata solo qui e in 1 Ti 1:8. Quindi, la devozione al servizio come è stato visto nell’immagine del soldato (vv. 3-4) è solo una parte dei requisiti richiesti da Dio; qui viene sottolineata l’importanza di agire secondo le regole nel nostro servizio per Dio. H.C.B. Moule e altri hanno mostrato che per partecipare ai giochi greci, l’individuo doveva essere veramente greco “di nascita”, essere “allenato”, avere giurato davanti a Zeus di avere completato i dieci mesi di allenamento preparatorio, oltre a conformarsi ai regolamenti vigenti della gara a cui partecipava. Sono stati fatti molti paralleli con questi fatti storici. Per essere nella gara del servizio, l’individuo deve essere nato di nuovo e disciplinarsi (deve deporre ogni peso, Eb 12:1). Tuttavia, non si deve perdere di vista il significato principale della metafora: il rispettare le regole. Ogni figlio di Dio deve vivere e servire secondo la volontà rivelata di Dio. Paolo rivela in questa epistola che egli ha agito così e, inoltre, ha servito in modo tale da ottenere la corona (4:8). Bisogna sottolineare che nell’immagine è implicito il fatto che uno potrebbe avere vinto attivamente la gara, ma potrebbe essere squalificato e non ricevere il premio. Ciò che si intende qui non è la legge, ma piuttosto l’agire lealmente, secondo le regole.

Dettagli

Commentario biblico del Nuovo Testamento: 1+2 Timoteo e Tito commentati passo passo. Uno strumento utile, non solo per chi è impegnato nella predicazione, ma per tutti i credenti desiderosi di crescere nella conoscenza di Dio. Sono disponibili i seguenti formati: pdf, ebook. I libri sono fuori stampa !